Hofburg di Vienna - Appartamenti imperiali, Museo di Sisi, Museo delle argenterie

Fino al 1918 l’immenso complesso del palazzo imperiale che sorge nel cuore di Vienna fu il centro politico della monarchia. Oggi la Hofburg di Vienna assolve la medesima funzione per l’Austria democratica. Quei luoghi in cui un tempo l’imperatore Giuseppe II ideò il suo rivoluzionario programma di riforme, dove si celebrò il Congresso di Vienna e i leggendari balli che lo accompagnarono, e dove Francesco Giuseppe era solito concedere udienza, ospitano oggi il presidente della Repubblica federale, il cancelliere federale e i segretari di stato della Repubblica. Hanno inoltre sede nello straordinario complesso di edifici dall’impianto asimmetrico, che si articola in diciotto ali e diciannove cortili, anche varie istituzioni culturali: fra esse ricordiamo la Scuola spagnola d’equitazione e la Biblioteca nazionale austriaca. Tutto ciò rende la Hofburg una destinazione di enorme interesse per il pubblico appassionato dell’epoca storica degli Asburgo. Un biglietto d’ingresso unico permette d’accedere alle tre attrazioni che sono teatro dell’Austria imperiale. Le tradizioni della mensa imperiale sono documentate nel Museo delle argenterie di corte, con i suoi i sontuosi servizi da tavola, i magnifici centrotavola che misurano fino a trenta metri di lunghezza e le tovaglie d’inestimabile pregio. Il Museo di Sisi invita il pubblico ad un viaggio alla scoperta dei molteplici aspetti della personalità dell’imperatrice Elisabetta. I numerosi oggetti esposti, alcuni di essi squisitamente personali, ci aprono una visuale a 360° del mondo pubblico e privato di Elisabetta. Più che in ogni altro luogo al mondo, nel Museo di Sisi prendono forma la magia del mito di Elisabetta e il mistero di quella personalità fuori dal comune. Gli Appartamenti imperiali rivelano il mondo in cui visse la coppia imperiale più celebre dell’Austria. Le diciannove stanze che funsero da studio, appartamento e saloni di ricevimento per l’imperatore Francesco Giuseppe e la consorte Sisi, sono dotate di arredi storicamente autentici, e con il loro fascino discreto creano un contrasto interessante con il fasto e la pompa della residenza estiva, Schönbrunn.

0 Likes     0 Followers     1 Subscribers

Sign up / Log in to like, follow, recommend and subscribe!

Website
http://www.hofburg-wien.at
Description
Fino al 1918 l’immenso complesso del palazzo imperiale che sorge nel cuore di Vienna fu il centro politico della monarchia. Oggi la Hofburg di Vienna assolve la medesima funzione per l’Austria democratica. Quei luoghi in cui un tempo l’imperatore Giuseppe II ideò il suo rivoluzionario programma di riforme, dove si celebrò il Congresso di Vienna e i leggendari balli che lo accompagnarono, e dove Francesco Giuseppe era solito concedere udienza, ospitano oggi il presidente della Repubblica federale, il cancelliere federale e i segretari di stato della Repubblica. Hanno inoltre sede nello straordinario complesso di edifici dall’impianto asimmetrico, che si articola in diciotto ali e diciannove cortili, anche varie istituzioni culturali: fra esse ricordiamo la Scuola spagnola d’equitazione e la Biblioteca nazionale austriaca. Tutto ciò rende la Hofburg una destinazione di enorme interesse per il pubblico appassionato dell’epoca storica degli Asburgo. Un biglietto d’ingresso unico permette d’accedere alle tre attrazioni che sono teatro dell’Austria imperiale. Le tradizioni della mensa imperiale sono documentate nel Museo delle argenterie di corte, con i suoi i sontuosi servizi da tavola, i magnifici centrotavola che misurano fino a trenta metri di lunghezza e le tovaglie d’inestimabile pregio. Il Museo di Sisi invita il pubblico ad un viaggio alla scoperta dei molteplici aspetti della personalità dell’imperatrice Elisabetta. I numerosi oggetti esposti, alcuni di essi squisitamente personali, ci aprono una visuale a 360° del mondo pubblico e privato di Elisabetta. Più che in ogni altro luogo al mondo, nel Museo di Sisi prendono forma la magia del mito di Elisabetta e il mistero di quella personalità fuori dal comune. Gli Appartamenti imperiali rivelano il mondo in cui visse la coppia imperiale più celebre dell’Austria. Le diciannove stanze che funsero da studio, appartamento e saloni di ricevimento per l’imperatore Francesco Giuseppe e la consorte Sisi, sono dotate di arredi storicamente autentici, e con il loro fascino discreto creano un contrasto interessante con il fasto e la pompa della residenza estiva, Schönbrunn.
Language
🇮🇹 Italian
last modified
2017-11-28 15:16
last episode published
2011-05-01 19:24
publication frequency
0.0 days
Contributors
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author   owner  
Explicit
false
Number of Episodes
76
Rss-Feeds
Detail page
Categories
Society & Culture Education History Arts

Recommendations


Episodes

Date Thumb Title & Description Contributors
1.05.2011

01 - Introduzione

www.hofburg-wien.at | Download Tour-Guide (PDF)© by Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H.
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

02 - Argenterie di corte e vetrina delle suppellettili di rame

Dopo il crollo della monarchia nel 1918 vari reparti dell‘immenso Governo della casa imperiale, ormai abbandonati, furono unificati nella Camera delle argenterie e dei servizi di corte, e dal 1923 in poi furono aperti al pubblico, con oggetti della co...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

03 - La Camera delle argenterie, vari servizi, posate d‘argento

Nella prima sala dell‘antica Camera delle argenterie e dei servizi da tavola di corte, con le bacheche di quercia originali dell‘epoca, vedete alcuni pezzi unici o parti di servizi delle antiche manifatture viennesi, ungheresi e boeme e sanitari in po...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

04 - La biancheria da tavola, i servizi per le visite di stato

Nella vetrina al centro sono esposti alcuni pezzi delle Lavanderie imperiali. Fino al 1872 la biancheria di corte era contrassegnata da vari timbri e dal colore giallo. Soltanto in seguito si passò a ricamarvi monogrammi e corone. La biancheria da bag...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

05 - Sanitari in porcellana

Elisabetta fu la prima della famiglia imperiale austriaca a farsi costruire nel 1876 una propria stanza da bagno che rispondeva ai criteri attuali. Prima di allora non esistevano camere da bagno di tipo moderno. Anche dopo il 1876 la maggior parte dei...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

06 - Il servizio delle manifatture Minton

Notevole è lo straordinario servizio inglese da dessert che Elisabetta donò all‘imperatore Francesco Giuseppe per il casino di caccia di Offensee. Creato nel 1870 da William Coleman, il servizio è adorno di disegni naturalistici di insetti, uccelli, f...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

07 - Il servizio Grand Vermeil

Il servizio Grand Vermeil è senz‘altro uno dei più pregevoli della Camera delle argenterie di corte. Questo capolavoro dell‘oreficeria francese era formato in origine dai vari pezzi per 40 coperti. Intorno al 1850 alcuni argentieri viennesi furono inc...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

08 - Gli argenti viennesi da tavola

In quest‘ultima sala dell‘antica sezione dell‘ex Camera delle argenterie di corte sono presentati nella vetrina centrale piatti d‘argento, vassoi, scodelle, casseruole e zuppiere che ci danno un‘idea delle dimensioni dei servizi d‘argento usati a cort...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

09 - Il servizio delle visite di stato

Lo storico servizio da tavola detto „Hofform“, che è stato adoperato nei banchetti ufficiali sino al 2000, quindi ben oltre la fine della monarchia, fu realizzato dalle Manifatture di porcellane di Vienna. I piatti d‘argento fino ad allora in uso alla...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

10 - Elisabetta, il servizio da viaggio Miramare

Per raggiungere la villa „Achilleion“, che si era fatta costruire sull‘isola greca di Corfù, l‘imperatrice Elisabetta era solita viaggiare sullo yacht „Miramare“. La nave era attrezzata di un servizio da tavola, appositamente realizzato, con posate di...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

11 - Il centrotavola milanese

In occasione dell‘incoronazione dell‘imperatore Ferdinando a re del Regno Lombardo Veneto nel 1838, fu commissionato il monumentale centrotavola milanese. Si tratta del servizio formato dal numero maggiore di pezzi conservato nel Museo delle argenteri...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

12 - La cerimonia della lavanda dei piedi

Una tradizione aulica secolare voleva che ogni anno il giovedì santo l‘imperatore e l‘imperatrice compissero il rituale della lavanda dei piedi a 12 uomini e 12 donne, in memoria di Cristo che umilmente aveva eseguito la lavanda dei piedi degli aposto...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

13 - Il servizio Asburgo

Il servizio da dessert già denominato „Servizio di Laxenburg“ fu ordinato nel 1824 presso le Manifatture viennesi in occasione delle nozze fra l‘arciduca Francesco Carlo e la principessa reale Sofia di Baviera, i genitori del futuro imperatore Frances...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

14 - Il servizio per l‘arciduca Ferdinando Massimiliano

Questo servizio giunse a Vienna dal castello Miramare presso Trieste, ex residenza dell‘arciduca Ferdinando Massimiliano, futuro imperatore Massimiliano del Messico. L‘arciduca era il fratello minore di Francesco Giuseppe. Nel 1854 egli assunse il com...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

15 - Il servizio da tavola bianco-dorato delle Manifatture Thun

Il servizio da tavola bianco-dorato fu acquistato nel 1851 per l‘imperatore Ferdinando. Ferdinando, soprannominato dal popolo „il Buono“, rinunciò al trono nei frangenti della rivoluzione borghese del 1848 a favore del giovane nipote Francesco Giusepp...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

16 - Il centrotavola francese nuovo

Uno dei primi acquisti per il giovane Francesco Giuseppe, insediatosi dopo la rivoluzione del 1848, fu nel 1850/51 il cosiddetto „centrotavola francese nuovo“, commissionato a Parigi. Questi addobbi da tavola di bronzo dorato superano di gran lunga tu...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

17 - Il servizio da tavola e da dessert dai nastri verdi (Sèvres)

Il servizio dai nastri verdi fu un pregevole dono del re di Francia Luigi XV all‘imperatrice Maria Teresa. Voleva essere il segno di un primo avvicinamento tra la Francia e l‘Austria dopo le Guerre di successione, che avevano causato tante perdite. I ...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

18 - Le zuppiere dorate con le spighe

Nel 1777 l‘imperatore Giuseppe II si recò in visita presso la sorella, la regina francese Maria Antonietta. Al suo ritorno egli portò da Sèvres 500 preziosi manufatti di porcellana, fra cui il servizio da tavola verde mela e quattro magnifiche zuppier...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

19 - Tovagliolo piegato (cigno), biancheria da tavola

La piegatura fantasiosa dei tovaglioli è un‘arte antica ma che purtroppo sta scomparendo. Le creazioni complicate a forma di ventagli, pesci, conchiglie, cigni, anatre o fiori erano in auge soprattutto agli inizi del barocco come addobbi da tavola. Si...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

20 - Il Servizio dorato

Il Servizio dorato è il servizio di porcellana più sfarzoso della corte imperiale. Tutti i pezzi del servizio per dodici sono rivestiti di oro levigato e parzialmente dorati anche all‘interno e sul fondo. I delicati ornamenti di oro matto s‘ispirano a...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

21 - Il Servizio di Meissen

A Meissen fu fondata nel 1710 la prima (e a lungo migliore) Manifattura europea di porcellane. Il Servizio di Meissen, realizzato intorno al 1775, è interamente cosparso di magnifici motivi floreali. La foggia del servizio è un pregevole esempio di „c...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

22 - Il Centrotavola francese antico

Il Centrotavola francese antico fu commissionato a Parigi nel 1838 in occasione dell‘incoronazione a Milano dell‘imperatore Ferdinando a re del Regno Lombardo Veneto. Non se conosce tuttavia il fabbricante. A corte era consuetudine tener nascoste le g...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

23 - Piatti con vedute

Dopo Meissen, nel 1718 fu fondata a Vienna la seconda manifattura di porcellane in Europa. Benché all‘epoca la porcellana fosse un oggetto costoso e ambito da collezionismo, alla mensa imperiale però, tranne per i dessert, veniva ancora disdegnata. Il...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

24 - Il Centrotavola francese nuovo (Arena)

Nell‘atrio vedete alcuni cosiddetti „tamburi“, centrotavola di bronzo dorato su cui poggiavano i pasticcini, che addobbavano la mensa imbandita alla corte imperiale. Fanno parte del Centrotavola francese nuovo del giovane imperatore Francesco Giuseppe...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

25 - Alessandro di Lorena / Porcellane Imari

Il Museo delle argenterie deve al duca Carlo Alessandro di Lorena un‘interessante e ricca collezione di porcellane dell‘Estremo Oriente che risalgono al 1700 ca. Carlo Alessandro era il fratello minore dell‘imperatore Francesco Stefano, consorte di Ma...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

26 - Il servizio di posate di Maria Teresa

Questo servizio di posate era usato personalmente da Maria Teresa. Era stato realizzato appositamente per lei e la accompagnava ovunque. Era composto da coltello, forchetta, forchetta per servirsi e cucchiaio, nonché da un portauovo, un cucchiaino da ...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

27 - Gli argenti viennesi da tavola

Il fatto che non si siano praticamente conservati argenti da tavola di corte di epoche precedenti dipende da due motivi: innanzitutto le argenterie da tavola venivano regolarmente fuse e nuovamente lavorate non appena erano consumate o passate di moda...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

28 - Il servizio inglese da dessert delle Manifatture Minton

Questo servizio da dessert delle Manifatture inglesi Minton era considerato uno dei pezzi forti all’esposizione mondiale di Londra nel 1851. Formato da 116 pezzi, il servizio da dessert di porcellana fu premiato con la maggiore onorificenza per la pre...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

29 - Lo scalone imperiale

Salendo lo scalone imperiale, dalle magnifiche decorazioni di stucco ad imitazione del marmo e vasi di bronzo dorato, si arriva al piano principale, come un tempo faceva anche Francesco Giuseppe. Per oltre 600 anni la Hofburg di Vienna fu la residenza...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

30 - Ingresso Museo di Sisi

Nell‘aprile del 1854 la duchessa Elisabetta in Baviera, appena sedicenne, giunse a Vienna per sposare il cugino, l‘imperatore Francesco Giuseppe. Dopo le nozze ella si trasferì nel proprio appartamento nella Hofburg, immergendosi nel mondo imperiale d...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

31 - La morte

Il 10 settembre 1898 una notizia sconvolse l‘Europa: l‘imperatrice Elisabetta d‘Austria è stata assassinata! La tragica morte di Elisabetta pose fine alla vita movimentata, infelice e spesso fraintesa, di una personalità fuori dal comune. Essa contrib...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

32 - La nascita di un mito

I ritagli di giornale sui due pannelli davanti a voi e alle vostre spalle s‘interrogano sull‘immagine che di Elisabetta avevano i giornalisti contemporanei. Essi mostrano chiaramente che, quando era viva, Elisabetta non era affatto la bella imperatric...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

33 - L’icona

Quando Elisabetta era viva, il pubblico si interessava assai poco per quella schiva imperatrice alquanto „strana“. Soltanto dopo la sua morte si riconobbero le opportunità di commercializzare la figura della bella imperatrice infelice, tragicamente sc...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

34 - I monument

Dopo la morte di Elisabetta furono costruiti vari monumenti. Prima ancora che a Vienna, furono banditi due concorsi a Budapest nel 1901 e nel 1902 per un monumento ad Elisabetta. Queste attività, ed analoghe iniziative a Salisburgo, spinsero infine a ...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

35 - La statua di Klotz

Le semplice figura in piedi per Salisburgo ispirò lo scultore viennese Hermann Klotz, che arricchì il suo modello di un particolare dinamico. La scultura “Sua Maestà che incede“ fu eseguita sia a grandezza naturale che come statua di piccolo formato. ...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

36 - Elisabetta e il cinema

cinemaFurono le produzioni cinematografiche a fare di Elisabetta la „Sissi“ adorata e famosa in tutto il mondo. A questa fama contribuì soprattutto la trilogia di Sissi di Ernst Marischka, degli anni Cinquanta, che rese celebre la giovane Romy Schneid...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

37 - La gioventù in Baviera

Elisabetta nasce a Monaco di Baviera il 24 dicembre 1837. I suoi genitori erano il duca Massimiliano in Baviera e Ludovica, la figlia del re di Baviera. Sisi, come Elisabetta viene soprannominata in famiglia, somiglia in molte cose al padre: il duca,d...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

38 - Il fidanzamento a Ischl

Nell‘estate del 1853 Sisi accompagna a Bad Ischl la madre e la sorella maggiore Elena, soprannominata Néné, per festeggiare il ventitreesimo compleanno del cugino, il giovane imperatore Francesco Giuseppe. Ma il vero motivo del viaggio sono i progetti...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

39 - L‘abito della festa di addio al nubilato

Dopo il fidanzamento a Ischl, Sisi fa ritorno in Baviera, dove iniziano immediatamente i preparativi per le nozze. Fra l‘altro Sisi viene preparata al futuro ruolo di imperatrice d‘Austria. Nel frattempo, crescono in Sisi il disagio e la paura della c...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

40 - Le nozze

Con le nozze celebrate il 24 aprile 1854 ha inizio per Elisabetta una nuova fase della sua vita. Le celebrazioni e i festeggiamenti, gli sguardi che la fissano e le aspettative che sono state riposte in lei sono troppo per Elisabetta. Nel bel mezzo de...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

41 - Raab

Alla parete è appeso un dipinto di Georg Raab che ritrae l‘imperatrice in occasione dei festeggiamenti per le nozze d‘argento, nel 1879, con la celebre parure di rubini. La parure di rubini faceva parte dei gioielli della corona austriaca oggi non più...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

42 - Winterhalter

La giovane imperatrice soffre sempre più d‘insonnia, inappetenza e tosse persistente. Per prevenire una malattia ai polmoni i medici consigliano di inviarla a Madeira. Per la prima volta Sisi è di nuovo libera da ogni costrizione e si gode la vita lon...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

43 - Regina d‘Ungheria

Sempre più spesso Elisabetta ricorre consapevolmente al potere che le dà la sua bellezza per var valere i propri interessi. Non è molto interessata alla politica attiva, e soltanto una volta si immischia nelle faccende di governo del marito per perora...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

44 - L’abito dell’incoronazione a regina d’Ungheria

Dinanzi al ritratto di Elisabetta nell’abito dell’incoronazione a regina d’Ungheria, vedete un secondo abito. Si tratta di una replica dell’abito dell’incoronazione a regina d’Ungheria cucito dalla Maison Worth a Parigi. Quando dopo l’incoronazione Fr...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

45 - Gli obblighi di rappresentanza

Elisabetta assolve soltanto di malavoglia i propri doveri di imperatrice. Gli obblighi di rappresentanza la molestano, il cerimoniale di corte le pesa, disdegna le rigide strutture gerarchiche e gli intrighi della corte viennese. www.hofburg-wien.at |...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

46 - L’equitazione

L’imperatrice sfugge dalla vita a corte rifugiandosi nello sport, nei viaggi e nel culto della bellezza. Sin dall‘infanzia una delle maggiori passioni di Elisabetta è l‘equitazione. Già suo padre le aveva insegnato l‘equitazione acrobatica, e adesso l...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

47 - La bellezza

Elisabetta ha fama di essere una delle donne più belle della sua epoca, e ne è perfettamente consapevole. Le cure di bellezza assorbono gran parte della sua giornata. Elisabetta è in particolare orgogliosa della capigliatura folta, lunga quasi fino a ...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

48 - La salute

L’imperatrice non soltanto è sportiva e attenta al proprio aspetto fisico, ma è anche costantemente sotto controllo medico. E’ consapevole del fatto che di un corpo sano e di un bel volto fa parte anche la dentatura ben curata. Gli attrezzi del suo de...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

49 - Il centro

Dopo il tragico suicidio dell‘unico figlio maschio Rodolfo, nel 1889, Elisabetta è sempre più amareggiata e si chiude in sé stessa, rifugge il contatto con gli altri ed è inavvicinabile. Si veste ormai soltanto di nero. www.hofburg-wien.at | Download ...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author
1.05.2011

50 - La vetrina dei ventagli e dei gioielli da lutto

I ventagli, le velette e i parasole divengono ben presto accompagnatori inseparabili dell‘imperatrice che nasconde il volto agli sguardi dei curiosi. Elisabetta detesta essere fissata. All’età di cinquant’anni scrive: “Forse un giorno girerò soltanto ...
Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. author